La colonna vertebrale deve avere la possibilità di muoversi in tutte le direzioni e su tutti i piani: flessione, estensione, rotazione e inclinazione laterale. Se questi movimenti non sono più naturali e armonici è in atto un problema vertebrale legato a muscoli, legamenti, ossa.
Limitare i movimenti delle vertebre può avviare un processo di decadimento e deterioramento della colonna vertebrale e delle sue strutture articolari e muscolari.
La ginnastica vertebrale è fondamentale per tutti coloro che soffrono di “mal di schiena”.
Prevede una serie di esercizi che hanno come obiettivo primario la mobilizzazione della colonna (rachide) e il sollievo dal dolore, a seconda del tipo, della localizzazione e della gravità del disturbo.
I dolori vertebrali sono classificati in idiopatici, se non se ne riconoscono le cause precise, e in secondari se sono associati a cause note, vale a dire:
– anomalie congenite,
– traumi,
– discopatie/ernie,
– osteoporosi,
– dolori psicosomatici.

La ginnastica vertebrale migliora l’elasticità, il tono muscolare, la distribuzione dei carichi sui dischi intervertebrali e aiuta a mantenere una buona postura, offrendo rapidamente sollievo a chi è portatore di disturbi cronici. La pratica appresa va poi mantenuta nella quotidianità.

CORSI